Villa Tiepolo a Zianigo

Villa Tiepolo Zianigo

Villa Tiepolo Zianigo (c) http://www.passeggiandoinbicicletta.it

La Villa dei Tiepolo a Zianigo è una delle poche superstiti case che i pittori del passato edificarono e decorarono per se stessi. Un atto notarile documenta che Giandomenico Tiepolo aveva acquistato la casa di Zianigo il 24 dicembre 1757, si suppone con i guadagni fatti a Würzburg, in Germania, dove dal 1750 al 1753 aveva dipinto con Giandomenico Tiepolo, la residenza del vescovo Karl Philipp von Greiffenklau principe del Sacro Romano Impero.

Leggi anche: Vita e opere dei Tiepolo

Gli affreschi della Villa coprono una parabola di trentotto anni con tutta una serie di date segnate dal 1759 al 1797 che ci consentono di supplire alla carenza di documenti riguardanti la vita e le opere di Giandomenico Tiepolo e ci offrono inoltre dei precisi punti di riferimento attraverso i quali vediamo profilarsi una specie di autobiografia pittorica. Non si tratta di un ciclo unitario, obbediente a un programma precostituito, ma è tutto un susseguirsi di raffigurazioni con temi e stili diversi, corrispondenti al mutare delle condizioni e della mentalità dell’artista, che, non dovendo in questo caso obbedire alle richieste di alcun committente, poteva scegliere liberamente i soggetti e le forme della sua pittura.

Non v’è dubbio che Giandomenico Tiepolo abbia voluto lasciare a Zianigo la traccia più cospicua, quasi la storia della sua vita, e la scelta del luogo, una modesta abitazione in un’appartata campagna, è già significativa della sua mentalità, dei tempi in cui vive, e del suo legame con il territorio. Solo in quella Villa appartata, che divenne la “sua” casa, Giandomenico Tiepolo, che pure aveva la residenza a Venezia, dove si era sposato nel 1774, trovò uno spazio a sua misura, da popolare d’immagini assolutamente singolari.

Leggi anche: L’arte nella villa di campagna

Ma la presenza dei Tiepolo a Mirano e nel territorio circostante non si esaurisce nella pur bella dimora di Zianigo. Esistono un po’ dovunque opere di grande interesse: dal dipinto di Giambattista Tiepolo Il Miracolo di Sant’Antonio che riattacca il piede” nella Chiesa Arcipretale di Mirano, alla pala della Chiesa di ZianigoSan Francesco da Paola e altri Santi” di Giandomenico, al soffitto della stessa raffigurante la “Natività di Maria”, affrescato sempre da Giandomenico, fino alla vicina Villa Bianchini con l’altro suo affresco “Il Merito, la Nobiltà e la Virtù”.

Leggi anche l’approfondimento su Giandomenico Tiepolo: “Il pittore della terraferma”

SCOPRI IL NOSTRO ITINERARIO “LE VILLE VENETE”


Informazioni utili:

Dove: 

Via Scortegara 75 – 30035 Zianigo di Mirano

Maggiori informazioni:

Comune di Mirano
Piazza Martiri 1
Tel:  041 5798311
Fax: 041 5798329
PEC protocollo.comune.mirano.ve@pecveneto.it

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *