Il centro di Mirano

All’interno della Terra dei Tiepolo spicca per la ricchezza di edifici storici e per la conservazione di autentici scorci di vita passata il centro di  Mirano. Qui, infatti, il Duomo dedicato a San Michele Arcangelo (sec. XVI), svetta all’interno di un abitato che si è sviluppato senza intaccare le forme perfette di ville cinquecentesche con i loro parchi storici: si tratta dei complessi di Villa Erizzo Belvedere e di Villa e Barchessa Giustinian Morosini (XVII sec.). Di proprietà comunale, le due ville sono immerse in uno stupendo parco all’inglese che accompagna il corso del fiume Muson Vecchio fino alla Barchessa di Villa Errera, anch’essa sede di uffici comunali.

Meritano un rapido cenno i giochi d’acqua e di architetture di Villa Erizzo Belvedere, che ospita nel proprio parco il Castelletto, una falsa rovina di gusto romantico costituito da una torre ottagonale, da una piccola fortificazione volutamente diroccata e da una grotta-sotterraneo comunicante, in parte, con un laghetto artificiale.

SCOPRI IL NOSTRO ITINERARIO “LE VILLE VENETE”

Più a sud, il cuore del paese è rappresentato da Piazza Martiri della Libertà, sulla quale si affacciano numerosi edifici tra i quali ricordiamo la Palazzina Bonvecchiato (ora trattoria “Al Genio”,  XVIII sec.), Villa Corner-Renier (ora sede municipale) ed il Caffè “Re d’Italia” (XIX sec.).

Defilate in un più ampio perimetro a nord del centro, si possono ammirare Villa Giustinian (ora Park Hotel), Villa Van Axel (sec. XVIII), Villa Taccioli (XVI sec.), Villa Querini – Magno (XVII sec., con vasto parco ottocentesco), Villa Zinelli (XVII-XIX sec.), Villa Heinzelmann – Donà delle Rose (XVIII sec.), Villa Cabrini – Parolari ora Moore (XVII sec.).

Leggi anche dalla Storia della Terra dei Tiepolo: Il dominio Veneziano

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *